La soddisfazione di Coach Carolillo “Sta nascendo un gruppo affiatato”

Al ritmo di due sedute al giorno, la Lapietra Action Now Monopoli si prepara per il prossimo campionato di serie B. Stabilito il programma delle amichevoli: l’8 settembre è previsto l’esordio a Nardò contro i salentini, appena promossi in serie A2, mentre il 23 e 24 settembre si giocherà un quadrangolare a Molfetta contro la compagine locale, organizzatrice del torneo, Ruvo e Lions Bisceglie. Un assaggio interessante di quello che sarà il prossimo campionato perché le quattro partecipanti militano tutte in serie B. Nel mezzo, il 12 settembre, il debutto ufficiale in Supercoppa a CJ Basket Taranto. Queste le prime sensazioni di coach Sergio Carolillo dopo le prime due settimane di allenamento: “Sta nascendo un gruppo ben affiatato, con i nuovi che si stanno integrando con chi già c’era. La prima settimana è stata dedicata più che altro alla parte atletica, con un lavoro molto intenso nelle sedute mattutine agli ordini del preparatore Antonio Lacalandra. Nel pomeriggio ci siamo limitati a situazioni senza contatto, 3 contro 0, 4 contro 0, 5 contro 0; questa settimana stiamo cominciando a lavorare inserendo anche la difesa. Sono curioso di vedere la squadra all’opera nei primi test stagionali per capire a che punto siamo”. Il primo test sarà mercoledì 8 settembre a Pallacanestro “Andrea Pasca” Nardò: “Più che altro c’è la curiosità di vedere i miei giocare contro una squadra che, ricordiamolo, giocherà in serie A2. Sarà un test diverso rispetto al classico 5 contro 5 tra di noi. Voglio vedere le cose recepite in questi primi giorni di lavoro e soprattutto scoprire le cose da migliorare, e ce ne saranno sicuramente. Prendiamo Nardò e Taranto come test importanti per capire come impostare il lavoro in vista del campionato, che è il nostro obiettivo principale”. C’è curiosità per conoscere i nuovi. È proprio Sergio Carolillo a tracciarne un primo profilo. Vittorio Visentin“È un lungo d’area, è uno dei migliori pivot del campionato. La scorsa stagione, trascorsa con me a Molfetta, ha rafforzato in me l’idea sul suo valore. È un ragazzo super, dedito al lavoro che non si tira mai indietro quando bisogna lottare. È un giocatore che ci darà una dimensione interna, vicino a canestro, che è quello che cerco nelle mie situazioni di gioco anche per favorire gli scarichi sui tiratori, che non mancano”.Andrea Lombardo“Andrea è un classico 3: ha vinto il campionato a Chiusi ed è un buon tiratore da tre punti. Sa fare tutto discretamente bene, compreso passare la palla. Sta crescendo l’affiatamento con Vanni Laquintana, perché loro due, nelle nostre idee, saranno le guardie titolari. È un ragazzo molto grintoso e sa fare gruppo”.Jacopo Ragusa“Ci sta sorprendendo per la sua capacità di farsi trovare al posto giusto nel momento giusto. È giovane ed ha bisogno di lavorare, vista la giovane età, ma ci darà un grosso contributo sotto canestro”.Andrea Albertini“Andrea è la mia scommessa. L’anno scorso ha giocato poco perché era in A2, poi si è trasferito a Bologna. Ha un grande potenziale, tutt’ora inespresso, ma è quello che ha i maggiori margini di miglioramento. Si sta impegnando ed ha capito quello che vogliamo da lui”.Nunzio Sabbatino“Mi piace definirlo il ragioniere della squadra. È uno a cui piace far giocare molto i compagni, a volte anche troppo, perché potrebbe prendere qualche tiro in più visto che possiede una mano molto educata. Stiamo lavorando anche su questo ma lui è il nostro metronomo in campo e colui che detta i tempi”.